Consiglio di Disciplina dell'Ordine - Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena

ORDINE | Consiglio di Disciplina dell'Ordine - Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Modena

CONSIGLIO DI DISCIPLINA TERRITORIALE DI MODENA  

INSEDIAMENTO IN DATA 16/05/2022

PEC:
segreteria.cdd.mo@legalmail.it

Membri effettivi:
Dott. Stefano Zanardi         - Presidente
Dott. Claudio Trenti           - Vice Presidente
Dott. Federico Bacchiega   - Segretario
Dott.ssa Ylenia Franciosi
Dott.ssa Stefania Luppi
Dott.ssa Stefania Meschiari
Dott. Massimo Grana Castagnetti
Dott.ssa Rossella Zoboli
Dott. Dario Miglietta
Dott.ssa Paola Losavio (membro esterno)
Dott. Stefano Alberti

 

Membri supplenti:
Dott.ssa Giuseppina Ballestrazzi
Dott. Massimiliano Baraldi
Dott.ssa Francesca Maria Toffanetti
Dott. Pietro Parisi

Si informa inoltre che il Consiglio di Disciplina ha provveduto alla costituzione dei seguenti Collegi di Disciplina:

I Collegio: Stefano Zanardi (presidente); Stefania Meschiari; Dario Miglietta; Paola Losavio

II Collegio: Claudio Trenti (presidente); Ylenia Franciosi; Stefania Luppi; Stefano Alberti

III Collegio: Massimo Grana Castagnetti (presidente); Federico Bacchiega; Rossella Zoboli

Si comunica che con Decreto n. 16 del 12 Aprile u.s. il Presidente del Tribunale di Modena ha nominato il Consiglio di Disciplina dell'Ordine.
Scarica Decreto nomina

Scarica fac-simile presentazione Esposto al Consiglio di Disciplina
Scarica Informativa Privacy
Scarica Codice Deontologico

 

COMUNICAZIONE  IMPORTANTE  DAL CONSIGLIO DI DISCIPLINA DEL NOSTRO ORDINE

Il Conservatore del Registro delle Imprese presso la CCIAA di Modena ha recentemente segnalato al Consiglio di Disciplina la posizione di alcuni colleghi che nel medesimo atto di cessione di quote sociali hanno rivestito contemporaneamente il ruolo di “commercialista incaricato alla trasmissione di un atto di cessione quote al Registro Imprese” e il ruolo di “parte acquirente o venditrice”. Le segnalazioni trovano ragione nel potenziale conflitto di interessi dell’iscritto e conseguentemente nel suo eventuale condizionamento ai fini del principio di indipendenza previsto dall’art. 9 del Codice Deontologico. Al riguardo è opportuno evidenziare che alcuni P.O. del CNDCEC, segnatamente il n. 467/2009 e il n. 66/2011, hanno rilevato come il conflitto di interessi non possa essere rilevato automaticamente ma debba essere invece oggetto di uno specifico riscontro caso per caso. In considerazione, tuttavia, delle difficoltà che potrebbero emergere nella fase di valutazione di tali circostanze, il Consiglio di Disciplina invita gli iscritti ad astenersi dal rivestire il doppio ruolo di incaricato e di contraente nei contratti di cessione di quote.

 


 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (848 valutazioni)